Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 17 giugno 2014

hundred-waters-moon-rang-like-a-bell

Hundred Waters

The Moon Rang Like a Bell

Genere: Elettro-Folk

Anno: 2014

Casa Discografica: OWSLA

Servizio di:

Nel 2012 vi avevamo parlato degli Hundred Waters, quartetto elettro-folk di Gainesville (Florida), e del loro album omonimo di debutto. La formazione comprende Paul Giese, Zach Tetreault, Trayer Tryon  e la cantante Nicole Miglis. The Moon Rang Like a Bell è il nuovo album; è uscito il 27 maggio via OWSLA.

Il gruppo prosegue il suo percorso di dare una interpretazione propria del concetto di folk, probabilmente con meno spinta “sperimentale” (presente nelle accelerazioni ritmiche di “[Animal]” e nella multi-stratificazione di “No Sound“) e con una maggiore leva sull’armonizzazione, sull’elettronica eterea (“Out Alee“) che mette in risalto le doti vocali di Nicole Miglis che sfodera dodici interpretazioni straordinarie (la breve “Show me Love” tutta sulle sue spalle, la sofferta “Innocent”) che hanno cercato la fusione col suono piuttosto che il protagonismo. “Seven White Horses“, nella sua scrupolosa crescita, è il manifesto dell’integrazione vocale con la parte strumentale.

Murmurs“, oltre a confermare tutto questo, porta alla luce un easy-listening di grande classe ed eleganza. “Broken Blue” è uno di quei brani che fanno emergere lo strato dreamy che sorvola su tutto l’album; colpisce anche la ricerca della contemporaneità in salsa r’n'b/future sound che emerge in un brano come “Cavity” o nel deep sound di “”Chambers (Passing Train)“.

Nicole Miglis e soci continuano a rafforzare il proprio brand, restando se stessi e cercando un’evoluzione ragionata sia dal punto di vista stilistico che da quello della costruzione del suono. Un ottimo esempio di come incrementare il livello melodico senza snaturarsi e sfruttando tutti i mezzi a disposizione (voce su tutto). La sensazione è che il loro percorso possa intraprendere altre strade e questo non può che rappresentare un punto di forza.

Voto: 7/10

Tracklist:

  • 1 · Show Me Love
  • 2 · Murmurs
  • 3 · Cavity
  • 4 · Out Alee
  • 5 · Innocent
  • 6 · Broken Blue
  • 7 · Chambers (Passing Train)
  • 8 · Down From the Rafters
  • 9 · [Animal]
  • 10 · Seven White Horses
  • 11 · XTalk
  • 12 · No Sound

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi