Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 9 maggio 2014

Bruno

Bruno Bavota

The Secret of the Sea

Genere: Neoclassical, Strumentale

Anno: 2014

Casa Discografica: Psychonavigation

Servizio di:

L’anno scorso vi abbiamo parlato di Bruno Bavota e del suo secondo album in studio La Casa sulla Luna. Il compositore campano torna con un nuovo lavoro intitolato The Secret of the Sea. Un titolo che ci fa subito intuire l’ispirazione di questo disco.

Il mare e tutti gli aspetti sensoriali legati ad esso hanno trainato la composizione delle undici tracce: brani che fanno emergere il salto in avanti in termini di esplorazione del suono. Si passa dalle atmosfere fiabesche e cristalline del disco precedente ad una dimensione più intima e profonda.

Il pianoforte naturalmente resta protagonista: le novità sono rappresentate dalla chitarra acustica e da accennati ma essenziali strati elettronici (la trama ambientale di “Hidden Lights Through Smoky Clouds“). Un delicato abbraccio fra strumenti che si finalizza subito in “Me & You”  e poi in “Constellations“, che diventano manifesto di questo nuovo corso.

The Man Who Chased The Sea” è il primo brano nel quale il cammino della chitarra procede in solitario, con l’ingresso successivo del pianoforte che conduce a un intreccio che lentamente svanisce. Sulla stessa scia prosegue “If Only My Heart Were Wild Like The Sea” che esprime benissimo la profondità di questo lavoro.

Resta anche l’intensità solista del pianoforte che raggiunge la sua vetta nelle raffinate “Les Nuites Blanches” e “Plasson” , nella quale si può apprezzare l’eleganza e la fluidità di movimento dello stile del compositore campano. Aspetto che viene anche confermato anche nelle composizioni dal ritmo più irregolare (come ad esempio la finale “Chasing Stars“). Una citazione particolare va fatta a “The Boy And The Whale” che trasforma la suggestione in esperienza totale.

Bruno Bavota è l’esempio di come la ricerca possa portare a risultati eccezionali: concretizza la forza narrativa dei suoi brani e si ricolloca da “semplice” musicista a cantautore strumentale che racconta l’esperienza intima dell’uomo in relazione con la natura (in questo caso il mare). Un libro interiore senza parole sostituite dalla potenza comunicativa di ogni singolo nota.

Voto: 7,3/10

Tracklist:

  • 1 · Me and You
  • 2 · Les Nuites Blanches
  • 3 · The Man Who Chased The Sea
  • 4 · Hidden Lights Through Smoky Clouds
  • 5 · If Only My Heart Were Wild Like The Sea
  • 6 · Constellations
  • 7 · Plasson
  • 8 · Northern Lights
  • 9 · The Boy And The Whale
  • 10 · The Secret of the Sea
  • 11 · Chasing Stars

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi