Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 8 aprile 2013

Basic RGB

The Flaming Lips

The Terror

Genere: Neo-Psichedelia

Anno: 2013

Casa Discografica: Warner Bros. (US), Bella Union (UK)

Servizio di:

“We want, or wanted, to believe that without love we would disappear, that love, somehow, would save us that, yeah, if we have love, give love and know love, we are truly alive and if there is no love, there would be no life. The Terror is, we know now, that even without love, life goes on… we just go on… there is no mercy killing”.

E’ con queste parole che Wayne Coyne presenta l’ultima fatica in studio della sua ormai trentennale carriera al comando di uno dei pilastri del rock psichedelico, i Flaming Lips. Parole che delineano un quadro cupo, dettato non solo dal naturale intento di stupire della band ma anche da vicissitudini personali che hanno condizionato inevitabilmente il prodotto artistico e le tematiche ad esso correlate. L’amore come salvezza, il terrore di una vita che procede per inerzia tramortita com’è nel suo slancio emozionale e ridotta ad un guscio vuoto.

Dal punto di vista musicale ciò si traduce in un album dalla materia sonora densa e stratificata, chiaro segnale di voler portare a un nuovo livello la già imponente cattedrale sonica del precedente “ufficiale” Embryonic. Eloquente in tal senso la traccia di apertura “Look… The Sun Is Rising”, progressivo sovrapporsi di linee di tastiera, rintocchi in falsetto, sferraglianti inserti chitarristici e suoni meccanici a ridosso di un tappeto ritmico prima sostenuto poi dissolto in coda da sirene kosmische/lo-fi. Sirene che sfociano in “Be Free, A Way”, assieme alla successiva “Try to Explain” una sorta di dittico simil-gospel, con Coyne a ribadire la propria presenza per mezzo di una voce mai così impersonale e fragile. Liturgia che dal cuore si irradia nello spazio profondo.

I heard the billionth voice, the voice of endless complexity
There were no bearings, I heard them, they were… me

Arriva così il tuffo nel buio di “You Lust”, brano più lungo del disco, caratterizzato da un’andatura motorik tra schegge space e momenti di stasi new age, e il canto di Sarah Barthel (Phantogram) a dare nuova linfa a quello dimesso ma tormentato di Wayne. Nonostante l’estrema coesione tra i pezzi, questi 13 minuti costituiscono uno spartiacque all’interno del disco, che infatti ritorna su terreni più aspri con la successiva “The Terror”, stop&go disturbato dai connotati quasi alieni: il terrore si fa tangibile, opprime le sinapsi e poi si dilata lasciando spazio all’inquietante catarsi spaziale di “You Are Alone”. Transizione, questa, che fa da apertura alle percussioni di “Butterfly, How Long It Takes To Die”, brano già apparso nel folle esperimento del 2011 Strobo Trip ma trasfigurato per l’occasione in una carovana psichedelica dai contorni per una volta luminosi. Piccoli spiragli in una discesa satura di malinconia, prime anticipazioni di un percorso che porterà – per mezzo di “Turning Violent” prima e della conclusiva “Always There… In Our Hearts” poi – all’esplosione finale, la sublimazione dell’incontro tra luce e tenebre, tra dolore e speranza.

In definitiva, The Terror può essere considerato a tutti gli effetti un importante tassello della sterminata produzione dei Flaming Lips. Tra collaborazioni più o meno serie, remake arditi e continui cambi di rotta, Wayne Coyne e soci hanno saputo portare a compimento un lavoro lontano dalla loro attitudine irriverente e colorata, ma perfettamente coerente con la loro proverbiale incoerenza.

Voto: 8/10

Tracklist:

  • 1 · Look…The Sun Is Rising
  • 2 · Be Free, a Way
  • 3 · Try to Explain
  • 4 · You Lust
  • 5 · The Terror
  • 6 · You Are Alone
  • 7 · Butterfly, How Long It Takes to Die
  • 8 · Turning Violent
  • 9 · Always There… In Our Hearts

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi