Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 17 gennaio 2013

Platonick

Platonick Dive

Therapeutic Portrait

Genere: Elettronica, Post-rock, Sperimentale

Anno: 2013

Casa Discografica: Black Candy/Audioglobe

Servizio di:

La musica dei Platonick Dive ci porta a ripescare quattro temi cari a questo sito. Il primo è legato all’amata scena di Livorno, più attiva che mai e che ci regala progetti molti interessanti. Gli altri tre temi sono legati indissolubilmente: la scena elettronica nostrana, il post-rock e la capacità di deformarlo e conseguentemente la sperimentazione e la ricerca sonora.

Il gruppo è formato da Gabriele Centelli (chitarra, tastiere, voce, electronic sampler), Marco Figliè (chitarra, effetti, electronic sampler) e Jonathan Nelli (batteria). Therapeutic Portrait è il loro album d’esordio. I Platonick Dive diventano un esempio di riferimento su come si possa basare la propria musica su strutture post-rock dando alle composizioni una nuova forma attraverso la componente elettronica, frutto di un pensare fuori dagli schemi. 

Non si direbbe questo ascoltando il primo brano “Meet me in the forest” che ha un‘impostazione più classica. Il Secondo brano “Youth“. soprattutto nella prima parte con beats più penetranti e incisivi prima di dare spazio ad un suono crescente e  più corposo. Le successive “Soundporrof Cabinet” e Træsono trascinate da un’elettronica pulsante: nella prima prende quasi il sopravvento con uno stile molto vicino alla dubstep; nella seconda è un elegante accompagnamento ma gli stumenti “tradizionali” hanno la meglio. 

Wall Gazing” è un pezzo dalla portata epica per la sua evoluzion, da sotto certi punti prevale l’aspetto melodico e l’elettronica fa da elemento destrutturante, d’insidia. Lovely Violated Innocence” è invece un altro pezzo, come il brano di apertura, dalla struttura classica rispetto al genere di riferimento e chi fa apprezzare il virtuosismo strumentale. Dopo questa parentesi, l‘elettronica ruba completamente la scena: “The Time to Turn Off Your Mind (Parte 1 e 2)” porta un altro tassello alla loro musica con beats più freddi e retaggi di ambient irregolare (soprattutto nella prima parte); nella seconda parte c’è anche spazio per un suono più pieno. Nella conclusiva “Outro – Moscova Jazzcore” viene incrementata la velocità ma la galcialità dell’atmosfera resta simile con una maggiore irregolarità dell’arrangiamento. 

I Platonick Dive fanno centro con un debutto che ha messo in mostra la loro ecletticità e la loro capacità di saper rimodellare un genere estremamente saturo. Ed è questo apprezzabile atteggiamento di ricerca che li terrà a galla nella jungla selvaggia del mercato discografico attuale.

Voto: 7/10

Tracklist:

  • 1 · Meet Me In The Forest
  • 2 · Youth
  • 3 · Soundproof Cabinet
  • 4 · Træ
  • 5 · Wall Gazing
  • 6 · Lovely Violated Innocence .
  • 7 · The Time To Turn Off Your Mind (Part One)
  • 8 · The Time To Turn Off Your Mind (Part Two)
  • 9 · Outro - Moscova Jazzcore

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi