Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 31 maggio 2013

A Singer of Songs

A Singer of Songs

There is a Home For You

Genere: Songwriting, Folk

Anno: 2013

Casa Discografica: HI54LOFI Records

Servizio di:

L’arte del racconto. Nuovo capitolo. Questa volta è il turno di A Singer of Songs di cui vi abbiamo già parlato e in più occasioni. Progetto folk del cantautore belga (con residenza a Barcellona) Lieven Scheerlinck, a tre anni da Little Notes (con Tiny Ruins) e dallo splendido Old happiness, torna con un nuovo album intitolato There is a home for You.

E’ uscito il 13 Maggio su HI54LOFI Records e vede i contributi di Ana Franco alla voce in  “Little Sin“,   Benjamin Shaw in “Kindness Kills“, le voci di Rosa Otero, Mabel Alonso, Laura Räsänen & Vanesa Castelo in  “One Minute Tune”. Laura Räsänen suona anche il violino in  “There is a home for you”. Alla base del nuovo album c’è un ricordo di infanzia di Lieven. In estate vedeva i suoi vicini partire, lasciarsi alle spalle la propria casa per un determinato periodo di tempo. E così lui immaginava come sarebbe stato viaggiare, incontrare nuova gente, vedere posti sconosciuti. Il tutto con la consapevolezza che c’è una casa, intensa nel senso più totale del termine,  che ci aspetta quando tutto questo finisce. Le speranze, i sogni e la realtà.

E’ disarmante il modo con cui questo viene riprodotto nelle dieci composizioni che compongono l’album e che dimostrano il suo talento narrativo; si manifesta con testi di una certa caratura e arrangiamenti a volte scarnificati (“One Minute tune“, la grazia di “The Crying Game“), altre volte rinvigoriti da trame orchestrali, la coda psichedelica di alcuni brani  (“Shine“) e soprattutto l’interpretazione vocale sempre misurata e delicata. Un’emotività naturale che si trasforma in un livello di introspezione che pochi cantautori sanno raggiungere.

L’ingresso con “One Night” dà un’idea di questo aspetto con un minimalismo molto toccante, con la voce che padroneggia la composizione. Tra i momenti più riusciti dell’album c’è “Little Sin” che miscela malinconia, sogno e ricordo. La voce di Ana Franco rende tutto più suggestivo. E anche il testo merita una citazione “The way you smile /When we ride our bikes /Searching for loose tiles /Swaying from side to side /The little sin /Of your hand on my skin / Of your eyes seeking mine /Of feeling bright not blind /Now we lay /With little shame“.

Kindness Kills” dilata i tempi, apparentemente vira su un’essenzialità ricercata che viene disturbata da una fulminea distorsione. C’è anche spazio per momenti più sostanziosi come si può ascoltare nella lucente “Silent Soldiers“. Ma la consistenza si fa sentire anche nel tono di voce e nei ritmi di “Ruins of You“.  Il disco si conclude con altri due pezzi di indescrivibile bellezza: “There is a Home For You” che mette in mostra tutta la capacità di produrre melodia, con il violino che esalta questo processo; e poi c’è la solennità di “Into the Storm” nel quale le parole sono sussurrate, sembrano quasi arrendersi all’imponenza dell’arrangiamento. Una scelta che rafforza la poeticità del testo “Now your fairy tales /Are filled with renegades / And your darkest nights /Are drenched in city lights /So roll up your sleeves /Put a helmet on /Put your bike in gear /And ride into the storm“.

Dieci capitoli da sfogliare che determinano la classe compositiva del cantautore belga. Si conferma il talentuoso scrittore che aveva dimostrato di essere nel precedente disco, dando rilievo alle parole con arrangiamenti equilibrati e che si arricchiscono in maniera puntuale e ineccepibili di ospiti che esaltano il racconto. Non ci sono altre parole per definirlo: siamo davanti a un grande artista.

Voto: 7,5/10

Tracklist:

  • 1 · One Night
  • 2 · Silent Soldiers
  • 3 · Shine
  • 4 · Little Sin
  • 5 · Kindness Kills
  • 6 · One Minute Tune
  • 7 · Ruins Of You
  • 8 · The Crying Game
  • 9 · There Is A Home For You
  • 10 · Into The Storm

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi