Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 19 giugno 2013

macchina

Uochi Toki

Macchina da guerra

Genere: Rap, Noise

Anno: 2013

Casa Discografica: Autoprodotto

Servizio di:

Con “Uochi Toki” si intende designare un prolifico duo rap sperimentale, i cui componenti Riccardo Gamondi (Rico) e Matteo Palma (Napo) sono entrambi originari di Alessandria. Nel 2003 esordirono con Vocapatch, l’anno successivo realizzarono il provocatorio Uochi Toki (in cui compaiono 81 brani senza titolo), nel 2006 Laze Biose e l’ep Equinoz, nel 2007 La chiave del 20 (in collaborazione con gli Eterea Post Bong Band), nel 2009 Libro audio, nel 2010 Cuore amore errore disintegrazione, quindi  nel 2012 Idioti e l’ep Distopi.

Ormai idolatrati perché ritenuti massimi esponenti della controcultura musicale, gli Uochi Toki hanno infine deciso di incidere su vinile 300 copie del loro ottavo album, Macchina da guerra, e di renderle disponibili soltanto alle persone presenti ai loro concerti.

L’inizio della prima traccia è dominato da qualche minuto di ambient laconico, la cui esponenziale crescita trova reiterazione nella voce di Napo. Quest’ultimo infrange violentemente il confine della “quarta parete” lanciando invettive contro un uditorio che già in “Perché Rico deve sempre rovinare le basi” veniva apertamente paragonato a un cesso pubblico.

Il secondo pezzo suggerisce dunque il suicidio come alternativa stoica all’asservimento a una generica Dea della Violenza (forse più identificabile nelle Erinni che con Bia). Le basi di Rico, a tratti buie e a tratti battenti, compongono la perfetta metrica per un discorso che chiama in causa il Fight Club, l’Hagakure, il regime nazista e l’Arte della Guerra di Sun Tzu. Nel terzo brano Napo, con voce distorta, indaga i difficili rapporti con autorità che sovente applicano il principio metodologico del rasoio di Occam, in sostituzione del quale sarebbe preferibile adottare una condotta empirista.

La quarta traccia, un incitamento alla sovversione, contiene un riferimento a “V per Vendetta” in apertura, poi accenni a Loki (una figura della mitologia norrena) e al film L’Odio (La Haine). Il brano si chiude in tinte chiptune con una divagazione su Adventure Time e i gelati (a proposito dei quali si era già discusso nella seconda traccia di Uochi Toki).

Nel quinto pezzo (da collegare a “Il Cinico” di Libro audio) la voce del rapper piemontese, alterata e verso la fine sottoposta a un effetto d’eco, rivendica l’importanza del paziente, che patisce morbi e malattie alla stregua di una cavia umana, entrando così in possesso di dati indispensabili al progresso scientifico. Un argomento che, in una certa misura, ricorda “Uomo da Laboratorio di Musica per Bambini. Il sesto brano, più lento ed essenziale, è di natura più criptica. Tuttavia si può intravedere una parafrasi del terzo principio della dinamica, in seguito alla quale Napo ripete più volte di essere innocuo, data la sua insignificanza.

La settima traccia pone l’accento sulle modifiche spazio-tempo (fulcro del fumetto “Piano Immaginario” di Lapis Niger aka Napo) e sulla percezione dell’errore, elemento imprescindibile dell’oltreuomo nietzschiano ( nominato ne “Il sospiro della specie“, un tributo ai Laghetto contenuto nella raccolta “Il Coraggio Di Essere Suonati“) e punto focale della teoria di Karl Popper (traccia 32 di Uochi Tochi). Inoltre l’amicizia, negata all’indefinito ascoltatore descritto nel primo pezzo di Macchina da guerra, viene ora concessa con la definizione di confronto antistatico.

Nonostante sia sostanzialmente monotematico e vi siano opinioni contestabili (per quanto notevoli), il disco rende possibili molteplici speculazioni individuali. Per quel che riguarda l’apparato sonoro, invece, Rico dirige come un’abile marionettista sottofondi dai toni glitch, elettronici e noise, abbozzando alle volte un industrial sulla scia dei Throbbing Gristle.

Voto: 8,5/10

Tracklist:

  • 1 · Traccia 1
  • 2 · Traccia 2
  • 3 · Traccia 3
  • 4 · Traccia 4
  • 5 · Traccia 5
  • 6 · Traccia 6
  • 7 · Traccia 7

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi