Logotipo di Son of Marketing realizzato dal superbo grafico italiano Alessandro 'Aesse' Scarpellini
youtube Soundcloud Basecamp

Recensioni | Pubblicato il 10 febbraio 2014

Wires

7 Training Days

Wires

Genere: Alt-rock

Anno: 2013

Casa Discografica: Autoproduzione

Servizio di:

Qualche anno fa vi abbiamo parlato del debutto dei 7 Training Days, gruppo di Frosinone che comprende Simone Ignagni alla voce e alla chitarra, Daniele Carfagna alla chitarra, Antonio Tortorello al basso e Giovanni Ignagni alla batteria. In a Safe Place metteva in mostra le loro doti tecniche e la loro capacità di esplorare a 360 gradi il concetto di alt-rock.

Wires è il nuovo capitolo discografico e sembra confermare quanto di buono sentito nel primo album. Un lavoro che parla di vita, dei legami con il passato e di come essi influenzano il nostro vivere e l’esplorazione del futuro; quindi la necessità di liberarsi di questi “fili” per andare oltre.

Resta un equilibrio calibrato fra episodi melodici e momenti ritmicamente più intensi. La loro natura si esprime al meglio soprattutto nei momenti che virano su atmosfere più intimiste: pensate alla delicatezza malinconica dell’iniziale “Gone“, la crescita ruvida e sofferta di “Wires“, l’eco post-rock (dal forte impatto emotivo) di “I Will”, l’intensità acustica di “Random Heart“.

Ma anche nei momenti meno “accomodanti” la band se la cava molto bene: la leggerezza incisiva di “You Are not me” e “Down by the River“, l’incrocio ritmico di “Something More Clear “, l’approccio ruvido e quasi psichedelico di “The Greter Good” che si rivela il miglior brano del disco.

I 7 Training Days hanno dimostrato di essere ad un livello superiore rispetto alla media di chi si cimenta nel genere. Solidità compositiva e concettuale e padronanza dei mezzi sono le caratteristiche che li contraddistinguono. Tuttavia, nonostante la crescita globale, restano alcuni limiti del primo album come la ridondanza di alcuni brani e una personalità non ancora del tutto emersa.Il salto di qualità potrebbe avvenire attraverso la rottura di un certo equilibrio, cercandone di nuovi.

Voto: 6,7/10

Tracklist:

  • 1 · Gone
  • 2 · You Are Not Me
  • 3 · Life
  • 4 · Wires
  • 5 · Pocket Venus
  • 6 · Down By The River
  • 7 · I Will
  • 8 · Something More Clear
  • 9 · To Climb
  • 10 · Eggplant Is The Colour
  • 11 · The Greater Good
  • 12 · Random Heart

Articolo precedente:

Articolo seguente:

Developed by | MM and designed by Aesse

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori Informazioni | Chiudi